lunedì 6 marzo 2017

..e fritoe, una ricetta di Annalisa!



Le frittelle ripiene, in questo periodo si trovano ovunque, in pasticceria ovvio, ma anche in panetteria, nei bar per colazione, al banco dei supermercati, alle feste o alle cene c'è sempre qualche invitato che ne porta un vassoietto, e pure a lavoro ne ho mangiate a palate, tra compleanni o solo buon cuore dei colleghi.
E come si può restare indifferenti a queste piccole palline di puro piacere?!impossibile!!
E vista la quantità di uova di gallinelle felici che mi sono arrivate in dono, non potevo proprio non farle!..per la felicità del donatore di uova, che se le è pappate per riprendersi dopo la partita di calcetto, e per la mia felicità, anche se la puzza di fritto è rimasta per tre giorni.

Questa ricetta mi era stata data da un'amica tempo fa e non l'ho mai più cambiata, sono magnifiche, si gonfiano tantissimo lasciando tanto spazio all'interno per il ripieno golosissimo di crema!
Ed è una gran soddisfazione vederle gonfiarsi e girare da sole.
Per la crema invece ho usato del latte di riso, e il mio amore ha notato subito che erano più leggere, per quanto possano essere leggeri dei dolci fritti!!

Quindi un ringraziamento speciale va ad Annalisa che ha condiviso con me questa sua ricetta speciale.
Vi lascio qui i link ai suoi blog..andate a curiosare!
http://annalisanesi.blogspot.it/
http://riciclocreativotinky.blogspot.it/

Un grazie va ad Emanuele per le uova quelle buone.
E uno va al mio amore che ha sopportato l'odore di friggitoria per i tre giorni successivi!





Prima di tutto preparate la crema, io l'ho preparata la sera prima.

370gr di latte di riso
100gr di zucchero
4 o 6 tuorli d'uovo
1/2 bacca di vaniglia
30gr di amido di mais

Mescolate i tuorli con lo zucchero, i semi della vaniglia e l'amido di mais, aggiungete il latte a filo e portate a bollore.
Trasferite la crema in un contenitore e copritela con pellicola a contatto.
Fate raffreddare.


Per l'impasto:

250gr di acqua
50gr di burro
200gr di farina "00"
50gr di zucchero
la buccia di un limone
i semi di mezza bacca di vaniglia
3/4 uova
un cucchiaino raso di lievito per dolci
150gr di uvetta
zucchero a velo per spolverare
1 pizzico di sale

 
Mettete in ammollo l'uvetta con dell'acqua e nel frattempo preparate l'impasto.
In un pentolino mettete l'acqua con lo zucchero, il limone, il pizzico di sale, la vaniglia, e il burro, appena arriva a bollore spostatelo dal fuoco e versate tutta in una volta la farina e il lievito setacciati.
Mescolate energicamente per non formare grumi e riportate sul fuoco, continuate a mescolare fino a che l'impasto non si stacca dalle pareti lasciando una patina bianca sul fondo della pentola quindi spostatelo su una ciotola.
A questo punto aggiungete le uova una alla volta, questo è un passaggio fondamentale ed è importante che facciate assorbire bene un uovo prima di aggiungere il successivo.
Il numero di uova dipende dalla loro grandezza, le mie erano piccoline e me ne sono servite cinque, ma di solito ne bastano tre di misura media, l'impasto deve risultare morbido ma comunque abbastanza sodo.
E' un passaggio abbastanza faticoso ma ne varrà la pena.
Quindi non vi resta che strizzare l'uvetta e aggiungerla al composto.
Scaldate abbondante olio di semi ad una temperatura di circa 175°C, e cominciate a formare le frittelle con l'aiuto di due cucchiaini.
Fate cadere l'impasto sull'olio e aspettate di vedere la magia...
Usate cucchiaini piccoli perchè in cottura si gonfiano molto, vedrete voi stessi, e vedrete anche come si gireranno da sole quando ce ne sarà il bisogno, certo siiii..si girano da sole!:)





Allora in bocca al lupo per l'apertura della vostra friggitoria..

A presto,
Valentina




2 commenti:

  1. Grazie Vale...sono felice che la mia ricetta sia diventata anche la tua...per me le ricette devono essere condivise e devono girare ovunque e lasciare dolcezza dove passano!!!
    Bravissima...

    RispondiElimina
  2. Ho avuto la fortuna di assaggiare queste frittelle e sono davvero speciali!! sia l'impasto che la crema! in particolare la crema fatta con il latte di riso rende le frittelle davvero leggere, e il guaio è che una tira l'altra!!

    RispondiElimina