martedì 29 maggio 2018

" Meglio del Tiramisù"







La settimana scorsa è stato il compleanno del mio amor, sono stata indecisa per un pò sul da farsi, perchè è da tradizione il tiramisù, lo adora e se fosse per lui questo blog nemmeno esisterebbe perchè sarebbe pieno di post tutti uguali, ognuno con la descrizione perfetta del tiramisù perfetto!
Convinta sul rischiare un tiramisù alle fragole, mentre faccio le mie commissioni ecco che mi arriva l'idea!
Era da un pò che volevo provarla e arriva dall'ultimo libro di cucina che ho comprato, SIMPLE di Diana Henry, una torta al cioccolato strepitosa, senza farina, accompagnata da una crema soffice al caffè.
Penso:"è perfetta, goduriosa, con quel sentore di caffè che ricorda il tiramisù, poi se alla crema aggiungo il mascarpone il gioco è fatto", non serve pensarci oltre, ormai il tiramisù è bello che scartato!
E be alla fine non avrei mai creduto di sentirglielo dire, e l'ha detto quasi sottovoce, ma ormai non può più rimangiarselo, era meglio anche del suo amato tiramisù!!!oooohhhhh
Ma andiamo alla ricetta, un pò modificata rispetto a quella originale, ho usato del cioccolato fondente al 50% piuttosto che al 70% e il caffè della moka piuttosto che quello istantaneo, omettendo il whisky che però secondo me ci starebbe molto bene!

Per la torta:
300gr di cioccolato fondente
150gr di burro di qualità
5uova consapevoli
1 pizzico di sale
40gr farina di nocciole
130gr di zucchero di canna

Per la crema:
200gr di panna fresca
150gr di mascarpone
1 tazzina di caffè espresso
zucchero a velo qb

Scaldate il forno a 180°C.
Su una pentola a bagnomaria fate sciogliere il cioccolato con il burro, lo zucchero, il sale.
Togliete dal fuoco e fate raffreddare cinque minuti, aggiungetevi quindi i tuorli uno alla volta, poi la farina di nocciole.
Montate a neve ferma ma non troppo soda gli albumi e uniteli al composto di cioccolato mescolando dal basso verso l'alto per non smontarlo.
Versate su una tortiera di circa 20cm di diametro e fate cuocere per 35minuti.

Montate la panna con il mascarpone poi aggiungete il caffè freddo e lo zucchero, con quest'ultimo non esagerate, la torta è già abbastanza dolce e saporita e la crema delicata servirà a riequilibrare i sapori.
Mescolate quindi per amalgamare il tutto, sempre con delicatezza.
Servite la fetta di torta con una cucchiaiata di crema!
Con queste dosi viene una bella torta, per circa otto persone.






Volevo poi farvi presente questo negozietto che ho scoperto in quel di Cismon del Grappa, un paradiso dell'abbigliamento con fibre naturali e alternative (vedi i pantaloni di canapa o le magliette di legno..i vestitini in lyocell, le borse di carta..), 100% made in Italy ecologiche riciclabili addirittura vegan, hanno reparto donna, uomo, bambino, intimo, costumi, borse, portafogli..ma andate a dare un occhio al sito! http://www.lize-shop.it/it/
A Davide ho regalato queste scarpe 100% cotone per l'estate e ha detto che sembra di non averle ai piedi, e un paio di pantaloni in canapa comodi comodi e freschi!














A presto,
Valentina







giovedì 24 maggio 2018

Crostatine di sole





Queste crostatine son venute così senza tanti pensieri, da quando ho scoperto il burro vegetale di Omar Busi vado via spedita con le crostate ed è una soddisfazione, io le ho fatte nelle giornate di caldo anomalo di qualche settimana fa, adesso la pioggia non ci molla ma a quanto pare il fine settimana ci darà tregua perciò potete prenderci dentro!...sono fresche e lasciano in bocca un sapore sottile che assomiglia a quei giorni leggeri che vengono bene da soli senza tanti sforzi, anche se non succede nulla di particolare o di esaltante, sono quelle giornate in cui capisci che basta lasciare che le cose siano, e tutto diventa inevitabilmente semplice e spontaneo!..ahah così tanto in delle piccole crostatine, provatele e poi mi direte che effetto fanno!




60gr farina di quinoa
50gr di farina integrale di farro
10gr di miglio soffiato
45gr di sciroppo d'acero
1cucchiaino di cremortartaro
1 pizzico di sale
20gr di latte vegetale (io di mandorla)
50gr di burro vegetale di omar busi a temperatura ambiente

Unite in una ciotola tutti gli ingredienti e lavorate con le mani fino ad ottenere un panetto compatto, mi raccomando lavorate l'impasto meno possibile così da non scaldare troppo il burro e ottenere una consistenza finale più friabile.
Fate riposare avvolto da pellicola per almeno un ora in frigorifero.
Stendete quindi ad uno spessore di cinque millimetri circa e foderate gli stampini.
Bucherellate il fondo con una forchetta e infornate in bianco (senza ripieno) per una quindicina di minuti. Dipende molto anche dal forno perciò controllate che siano ben dorate.
Con queste dosi vengono cinque crostatine.

Per il ripieno:
Della marmellata di mirtilli di qualità.
2 mele
1 cucchiaino di kuzu
5 fettine di limone
zucchero di canna integrale

Preparate le mele tagliandole a pezzettini sottilmente, cuocetele su un pentolino con una spruzzata di succo di limone, mettete il coperchio e vedrete che rilasceranno la loro acqua, continuate la cottura fino a che non saranno morbide e l'acqua sparita.
Riempite fino a tre quarti una tazzina da caffè con dell'acqua e scioglietevi il cucchiaino di kuzu, unite il tutto alle mele e cuocete ancora un minuto, questo renderà il tutto più cremoso!
Tagliate le fettine di limone più sottili che potete e cospargetele di zucchero da un lato.

Una volta che le crostatine sono fredde farcitele con la marmellata di mirtilli sul fondo, i pezzettini di mela sopra e per ultimo adagiatevi le fettine di limone con il lato cosparso di zucchero verso il basso!






mercoledì 25 aprile 2018

E sono 4!



Anche quest'anno ho preparato la torta per il compleanno della mia nipotina e ne son venuti dei bicchierini, ben 60, con una crema leggera allo yogurt fragole fresche e spadellate e frullate, un tripudio di fragole insomma, un crumble con farina di nocciole e per finire una fogliolina di menta.
La scritta fatta con pasta di zucchero richiede davvero solo un pizzico di manualità!
E tanti auguri cucciolina!





 Per la crema leggera allo yogurt:
170gr yogurt greco
100gr panna fresca
2 cucchiai di zucchero a velo

Montate la panna con lo zucchero a velo poi unitela delicatamente allo yogurt mescolando dal basso verso l'alto per non smontarla!Inserite in una sac a poche per facilitare l'assemblaggio.


Per le fragole spadellate:
fragole tagliate a cubetti
scorza di limone qb
zucchero di canna qb

Ponete i cubetti di fragole con la scorza di limone e una spolverata di zucchero su una padella e lasciate sciogliere lo zucchero, basteranno pochi minuti e saranno pronte, non fatele cuocere troppo o si spappoleranno, giusto una spadellata veloce e via!


Per la salsa di fragole:
fragole fresche
succo di limone qb
zucchero di canna qb

Frullate le fragole con del succo di limone e lo zucchero di canna secondo i vosri gusti.


Per il crumble alle nocciole:
40gr di farina di nocciole
40gr di burro
50gr di zucchero di canna
50gr di farina"00"

Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, su una ciotola amalgamate tutti gli ingredienti fino a formare un panetto che non sarà mai totalmente compatto vista la quantità elevata di ingredienti secchi, grattuggiatelo sulla placca del forno foderata di cartaforno formando delle briciole e cuocete a 180°C fino a doratura!


Con queste dosi di crema vengono circa 5 bicchierini, ma poi dipende anche dalla grandezza di questi..quelli che ho usato io erano da circa 125cc!..quindi dovrete regolarvi un pò voi!
Il crumble invece vi basterà per almeno 30 bicchierini ovviamente dipende sempre dalla grandezza!

A presto,
Valentina

martedì 17 aprile 2018

Japanese Cotton Cheesecake alla stracciatella con ricotta di capra






Non potevo non provare questa torta, che quando si tratta di soffice, ancora più soffice, di più e ancora di più, io vado in pappa.. adoro nel cibo quella consistenza scioglievole, e questa torta lo è davvero, la mordete e boh sparisce!

lunedì 9 aprile 2018

mercoledì 4 aprile 2018

Biscotti Saraceno e Lamponi




Quando ho visto questi biscotti sul blog panedolcealcioccolato non ho potuto fare a meno di prepararli.
Ho modificato leggermente la ricetta, e ne sono usciti dei biscotti senza glutine, con una farina di grano saraceno integrale accoppiata ovviamente ad una marmellata di lamponi, un'abbinamento tradizionale che non delude mai, e che Gabila nel suo blog descrive magnificamente.. un biscotto rustico alleggerito dal gusto un pò acidulo dei lamponi...insomma provateli e poi mi direte!
 



lunedì 26 marzo 2018

Brioche soffici alle mele


Avrei dovuto pubblicare questa ricetta appena scritta, invece è rimasta lì, e adesso quell'ultima neve dell'anno che vedete nelle foto è caduta almeno un mese fa, ma la ricetta provatela finchè non è ancora troppo caldo..sentirete che goduria!




E rieccomi..dopo mesi lontana dal blog, mi scuserete ma questo natale abbiamo ammassato panettoni come gli scoiattoli fanno con le noccioline, ne abbiamo mangiati fino all'altro giorno e a dire il vero ce ne resta ancora uno e quindi ho dovuto fare un pò di pausa dai miei dolci, in più a carnevale non posso fare a meno delle frittelle di una pasticceria in un paesino qui vicino che, ohmioddio più strepitose di quelle non ce n'è.